Morti in corsia, medico resta in carcere

56 views Leave a comment
Sanita': ospedale di Saronno. Foto ANSA/Roberto Ritondale

Busto Arsizio, 05 dicembre 2016 – Rimane in carcere Leonardo Cazzaniga, il medico accusato di omicidio per i morti in corsia all’ospedale di Saronno (Varese). Lo ha deciso il gip di Busto Arsizio, respingendo la sua richiesta di arresti domiciliari. Cazzaniga comparirà davanti ai pm in settimana. Che volesse cercare di chiarire la sua posizione, il medico l’aveva detto dopo l’arresto nell’interrogatorio davanti al gip che deve decidere su un’istanza di arresti domiciliari chiesti dalla difesa. Aveva anche detto di aver somministrato farmaci ai pazienti, che poi morirono, per alleviare le sofferenze della loro malattia ma di non aver avuto intenzione di uccidere nessuno. La sua amante, l’infermiera Laura Tironi, accusata dell’omicidio del marito (non di quelli provocati in ospedale) si era invece avvalsa della facoltà di non rispondere. I carabinieri hanno acquisito documenti nei giorni scorsi anche nella sede dell’Azienda Sanitaria Territoriale di Busto Arsizio, a cui fa capo l’ospedale di Saronno.

ANSA