Blog

Facebook censura le emoji: al bando melanzane, pesche e tutto cio’ che richiama il sesso

Facebook e Instagram censurano le emoji che richiamano il sesso, come ad esempio melanzane e pesche. Sicurezza dei propri utenti o censura verso l’espressione sessuale?

Per contrastare le immagini e i riferimenti al sesso, Facebook e Instagram stanno censurando tutte le emoji che possono essere collegati all’argomento –anche implicitamente – come ad esempio le melanzane e le pesche.

Le nuove regole sono state introdotte mesi fa ma solo da pochi giorni sono state individuate dal sito Web XBiz.

Il cambiamento sembra che riguardi solo l’uso delle emoji in un contesto sessuale oppure se utilizzate per coprire le nudità. Stelline e faccine vengono infatti utilizzate dagli utenti come censura di immagini di nudo, in modo che Facebook non elimini quei contenuti.

Questa mossa gli sta però tirando addosso accuse di censura verso l’espressione sessuale. Facebook si è difeso affermando che le sue policy mirano a prevenire i contenuti che facilitino o incoraggino gli incontri sessuali online.

“Con questo aggiornamento, nulla è cambiato in termini di politica stessa o di come la applichiamo, abbiamo semplicemente aggiornato il linguaggio per renderlo più chiaro per la nostra comunità”, ha riferito un portavoce di Facebook.

E ha aggiunto che:
“il contenuto verrà rimosso da Facebook e Instagram solo se contiene un’emoji sessuale insieme a una richiesta implicita o indiretta di immagini di nudo, sesso o partner sessuali o conversazioni di chat sessuale”.

Infondo, Facebook si sta già muovendo anche in direzione degli incontri online con il nuovo Facebook Dating. Forse è questo che spiega questo metodico lavoro di censura sul social.

Fonte: Marketers

La scuola per robot in realta' virtuale
YouTube continua a puntare sulla AR ed espande la funzione a nuovi brand
× WhatsApp Available from 09:00 to 23:00