Blog

Facebook vuole realizzare gli occhiali per la VR con Ray-Ban

Sarebbero un sostituto completo dello smartphone, ma arriverebbero non prima di cinque anni. Potrebbe essere un binomio davvero molto interessante quello formato da Facebook e Ray-Ban per la produzione di speciali occhiali dedicati alla realtà aumentata che potrebbero rivelarsi come il tanto atteso apice del progetto Orion. Il colosso co-fondato da Mark Zuckerberg potrebbe affidarsi a Luxottica (ossia il proprietario del brand americano oltre che di altre firme del segmento come Oakley) per unire innovazione tech e charme a livello di design.


Almeno è quanto anticipato da Cnbc che racconta di come il dispositivo prossimo venturo possa sostituire in tutto e per tutto lo smartphone potendo effettuare e ricevere chiamate, collegarsi alla rete, utilizzare assistenti, mostrare in sovrimpressione immagini, scritte, video e un ampio parco di informazioni possibili. Possibile anche l’inclusione di un chip gps per la localizzazione con bussola così come un modulo wi-fi ad accompagnare quello cellulare per il collegamento alla rete. Insomma, qualcosa che ricorderebbe molto da vicino lo spirito originale degli sfortunati Google Glass, che peraltro erano stati realizzati coinvolgendo la stessa Luxottica.

Facebook Orion potrebbe dunque riprendere un percorso soltanto sfiorato da Google, che probabilmente ha puntato su un gadget con troppo anticipo rispetto alle tecnologie del periodo. Secondo la fonte, gli occhiali in realtà aumentata arriverebbero non prima di un lustro, ovvero tra il 2023 e il 2025 ed è scontato immaginare che – se mai verranno prodotti – punteranno in modo deciso sulla connessione 5g.

L’ultimo dettaglio dei rumors puntualizza che Mark Zuckerberg abbia messo grande importanza sul progetto che potrà sicuramente beneficiare su componenti molto più miniaturizzati e leggeri rispetto a quelli attuali.

Facebook non ha commentato, ma un’altra redazione ha ripreso altre fonti raccontando un’altra possibile via. The Information ha infatti confermato che, sì, Luxottica sarebbe stata contattata da Facebook, ma per un progetto minore. Con il nomignolo di Stella, tratterebbe di occhiali più simili a Spectacles di Snapchat per la registrazione dal punto di vista dell’utente della propria vita quotidiana. Sarebbe in arrivo entro due anni, aprendo la strada solo successivamente a Orion, con nessun coinvolgimento menzionato di Luxottica.

Ancora tanta nebbia attorno a questo affascinante progetto, ma di sicuro le tante indiscrezioni confermano che qualcosa bolle in pentola e Facebook potrebbe mostrare qualcosa già nei prossimi mesi. Rimane il discorso sicurezza: con tutti i problemi recenti riguardanti la privacy, quanti indosserebbero occhiali Facebook in grado di localizzare o anche solo registrare ciò che si ha davanti?

Fonte: Wired Italia

Snapchat introduce l’effetto 3D per i selfie
Google cambia l'algoritmo per dare rilievo alle notizie originali
× WhatsApp Available from 09:00 to 23:00