Google Marketing Next: tutte le novità

Le novità del Google Marketing Next in un articolo.

Google Attribution

Google introduce Google Attribution, un nuovo tool per l’attribution modeling grazie al quale è possibile elaborare più modelli di attribuzione a partire dai dati di Google AdWords, Google Analytics e Double Click.

Machine learning

Ormai machine learning analizza trilioni di query di ricerca e attività degli utenti su milioni di siti, è in grado di capire sempre più a fondo gli intenti di acquisto degli utenti. Per gli inserzionisti Google AdWords l’output di machine learning si concentra nei segmenti in-market, sempre più raffinati. La novità? Che Google ha introdotto i segmenti in-market anche in rete di ricerca.

AMP Ads

Sono annunci AMP per inserzionisti Google AdWords, che assicurano una esperienza di navigazione più rapida, con tempi di caricamento delle pagine AMP fino a 5 secondi più veloci rispetto alle pagine tradizionali.

Nel video qui sotto vedi la differenza di caricamento tra una pagina AMP e una landing page mobile tradizionale.

Infatti dai dati Google il 53% degli utenti abbandona una pagina mobile se tarda più di 3 secondi a caricarsi. Inoltre ogni secondo di ritardo nel caricamento della pagina comporta una perdita del 20% delle conversioni. Qui il link per iscriversi alla beta di AMP Ads .

Nuova interfaccia

La nuova interfaccia di Google AdWords rende più facile la creazione di campagne pubblicitarie in rete display, anche se non ancora aperta a tutti gli inserzionisti, e anche se non tutte le funzioni disponibili nell’interfaccia tradizionale sono state abilitate.

Mondo local

I dati mostrati da Google dicono che su 10 proprietari di smartphone che acquistano in un negozio, ben 7 hanno eseguito un’azione precedente sul loro telefono prima dell’acquisto.

Chi ha cliccato un annuncio Google in rete di ricerca prima di visitare un negozio ha il 25% di probabilità in più di acquistare qualcosa durante la visita, spendendo oltre al 10% in più rispetto alla media degli acquisti.

Tra le novità presentate ci sono Promoted Places e local inventory ads.

Promoted Places

Permette di fare brand awareness direttamente dalle mappe di Google. Una volta cliccato il logo del business, l’utente vede le promozioni in store o i nuovi prodotti e servizi che si è scelto di promuovere.

Local inventory ads

Tradotta in italiano come “Vetrina locale”, permette di mostrare annunci pubblicitari quando vengono fatte ricerche nelle vicinanze del tuo store. Facendo click sull’annuncio si atterra in una pagina hostata su Google con le informazioni sugli articoli e altre relative allo store come indirizzo e orario di apertura.

 

Privacy Preference Center

Tecnici

Per rilevare esclusivamente informazioni utili alla navigazione.

Cookies di navigazione di Wordpress, usati esclusivamente per rilevare informazioni utili alla navigazione.

Terze Parti

Cookie per dati di statistica e marketing ma che non rilevano alcun dato identificativo, indirizzo IP anonimizzato, nessun servizio API utilizzato.

Cookie per dati di statistica e marketing ma che non rilevano alcun dato identificativo, indirizzo IP anonimizzato, nessun servizio API utilizzato.

Translate »