Blog

Instagram rimuovera’ i post che sponsorizzano tabacco e armi

Il social network applicherà più severamente le restrizioni sui post contenenti pubblicità di tabacco, vaporizzatori, armi, alcol e integratori alimentari. Per gli influencer, invece, nasce un nuovo strumento.

Instagram inizierà a far rispettare più severamente agli influencer le regole che vietano di pubblicizzare i prodotti legati al tabacco, alle armi e alle sigarette elettroniche, arrivando all’eliminazione del post in caso di trasgressione. Sul social network saranno applicate anche delle “restrizioni speciali” sulle promozioni di prodotti come alcool e integratori alimentari inserendo un blocco legato all’età dell’utente tale per cui saranno solo i maggiorenni a poter vedere il post.

Ecco quindi svelato uno dei principali motivi per cui Instagram ha annunciato di voler chiedere a tutti i nuovi utenti di inserire e verificare la loro data di nascita.

Non saranno consentiti contenuti di marca che promuovono beni come lo svapo, i prodotti del tabacco e le armi”, ha avvisato l’Instagram Business Team sul blog del social network. “Le nostre politiche pubblicitarie hanno da tempo vietato la pubblicità di questi prodotti e inizieremo l’applicazione di queste norme nelle prossime settimane”. Con il nuovo anno Instagram inizierà a far rispettere in maniera rigorosa tali procedure, che arrivano all’eliminazione dei contenutiladdove l’influencer le trasgredisca.

Le novita’ del Brand Collabs Manager

Assieme alla notizia delle restrizioni sui post che pubblicizzano alcool, tabacco, svapo e armi, Instagram ha aperto il Brand Collabs Manager di Facebook a un gruppo ristretto di creator, in modo da testarne l’impiego anche sul social network delle immagini. Questi creator saranno in grado di condividere approfondimenti concordati con le marche e trovare potenziali partner del marchio in linea con il loro pubblico: in poche parole, cambierà il modo in cui gli influencer agiscono su Instagram.

Se fino a oggi questi ultimi hanno condiviso con i loro partner le schermate di analisi dei flussi, o ne hanno concesso l’accesso e l’analisi tramite app di terze parti per poter mostrare come i loro post influenzassero effettivamente il pubblico, ora i creatori inclusi in questo programma potranno “trovare nuove offerte, gestire partnership e condividere automaticamente approfondimenti con loro”, grazie allo strumento di Facebook.

Con questo test Facebook potrebbe riuscire a gestire tutto lo spazio degli influencer all’interno dei prodotti di Menlo Park utilizzando semplicemente un singolo strumento, e riconoscendo così in modo più formale il lavoro svolto da queste figure del web.

Nuove restrizioni e uno strumento dedicato per la sponsorizzazione dei prodotti renderanno più trasparente il mondo degli influencer responsabilizzandoli maggiormente – e rendendoli a tutti gli effetti delle figure professionali.

Fonte: Wired

Il prossimo Millennium Bug sara' nel 2038
Il corso online con cui la Finlandia ti spiega l'intelligenza artificiale
× WhatsApp Available from 09:00 to 23:00