Blog

Non solo Facebook, Google e Amazon: ecco le aziende Tech da tenere d’occhio secondo Nasdaq 100

Nasdaq 100 classifica ogni anno le 100 aziende non finanziarie, quindi con un core business che si distacca da quello di finanza e investimenti, da tenere d’occhio durante l’anno. Ovviamente in testa si trovano le cinque celebri sorelle: Facebook, Google, Amazon, Apple e Netflix, ma tra le altre 95 sono state evidenziate quelle che per innovazione tecnologica e campi di applicazione sono degne di nota.

In particolare: Baidu, motore di ricerca cinese che ha registrato una crescita ed una penetrazione esponenziale del mercato negli ultimi anni, Verisk Analytics e Check Point Software Technologies, nomi di spicco per quanto riguarda raccolta e analisi dati e cybersecurity, infine Nvidia, Autodesk e Intuitive Surgical, vere perle per quella che è l’innovazione tecnologica applicata. Ma guardiamole da vicino.

Baidu

Fa la sua prima comparsa nel 2000 da un’idea di Robin Li che decide di affidargli anche un nome tutto cinese il cui significato è “centinaia di volte” e da lì la cresta dell’onda lo accompagna fino ad oggi con una penetrazione di mercato che si aggira tra il 70 e l’80 percento.

Baidu ha retto anche alla recente concorrenza Google e anzi ha aperto le frontiere ad altri Paesi come Egitto ed Indonesia.

I suoi punti di forza sono racchiusi sicuramente nella sua impronta cinese, ma negli anni ha ampliato i suoi servizi come per esempio spazi pubblicitari online, come dei Google Adwords, la possibilità di utilizzo su multi piattaforma, un suo social network ed una sua barra dedicata al traduttore simultaneo.
Fin dalla sua nascita per Robin era importante fornire un prodotto che fosse semplice e credibile, che incontrasse al meglio i gusti e i desideri della clientela grazie ad una profonda conoscenza degli aspetti più salienti della cultura cinese e delle abitudini del suo popolo.

Come anticipato, Baidu oggi, è una vera e propria piattaforma i cui servizi sono: Baidu PostBar, la prima barra di ricerca al mondo per utilizzo e precisione in lingua cinese, Baidu Knows, il primo mezzo di conoscenza condivisa in lingua cinese, Baidu Encyclopedia, Baidu Union, la rete di siti e partner dedicata alla pubblicità insight, ai quali si aggiungono Maps, Music, News Search, Image e Video Search.

In Cina insomma, Google c’è con questi numeri, anche per motivi ed equilibri politici, ma non si vede.

Verisk Analytics e Check Point Software Technologies

Raccolta ed analisi dati e la conseguente cybersecurity sono alcuni dei temi più cari per i brand vista la presenza sempre più rilevante dell’utilizzo del web e dei servizi in cloud.

Ecco quindi che tra le aziende rilevanti per Nasdaq 100 non potevano mancare due esponenti di questa categoria in particolare Verisk Analytics e Check Point Software Technologies.

Verisk Analytics si occupa, appunto, di analisi dati per settori, però, molto specifici quali finanza, energia, mondo assicurativo e altri mercati di nicchia.
Una volta presa la commessa, Verisk Analytics si occupa di analizzare il mercato, rielaborare le informazioni e i dati raccolti ed, infine, produrre informazioni di andamento, rischio ed investimento; fornendo quindi al committente dati utili ad orientare la loro organizzazione e le loro decisioni produttive con un approccio totalmente custom.

Check Point Software Technologies, dall’altro lato, si occupa della protezione di server e aziende dai cosiddetti cyberattacs con tecnologie di protezione dati all’avanguardia e in grado di fornire una vera sicurezza a chi le sceglie. Si pensi che Check Point Software Technologies si è guadagnata un riconoscimento internazionale per i suoi 30 anni di servizio e di risultato, vincendo nell’anno 2018-2019 il premio Cloud Awards con CloudGuard Dome9 come sistema di sicurezza più efficace ed innovativo a livello mondiale.
CloudGuard Dome9 permette infatti alle organizzazioni che lo hanno in possesso di controllare in modo costante la loro posizione di rischio andando a correggere, anche in autonomia, eventuali errori o buchi ed incrementando le barriere su quelli che possono essere i campi della perdita di dati o della sicurezza pubblica.

Nvidia, Autodesk e Intuitive Surgical

Passiamo ora alla tecnologia applicata e alle aziende più rilevanti in materia di innovazione tecnologica seppur in campi così diversi tra loro: Nvidia, al servizio delle interfacce utente come videogiochi o schermi interattivi, Autodesk, in ambito di progettazione e architettura come il famosissimo Autocad, Intuitive Surgical, in cui il campo è quello medicale e dei robot chirurgici.

Nvidia, la prima nel nostro elenco, è uno dei brand che ha rivoluzionato il mondo del videogioco, ambito per il quale è decisamente riconosciuta, per poi passare, però, a campi come quello della robotica, delle auto in autoguida ed intelligenza artificiale. Anche per lei un riconoscimento importante: nel 2019 è stata nominata da Fast Company come la numero 1 nel campo dell’innovazione AI.
Oltre ad essere punta di diamante nella tecnologia AI e Virtual Reality ha guadagnato diversi titoli anche per la sua ricaduta sociale ed ambientale con iniziative green e a favore del welfare aziendale, secondo Glassdoor, infatti è il posto migliore in cui lavorare per le opportunità date ai propri dipendenti, millennials compresi.

Autodesk, mamma del celebrissimo Autocad, oggi è, secondo Forbes, tra le 15 aziende più innovative al mondo. Autodesk è sempre stato il brand di fiducia per architetti, designer, animatori grazie ai suoi programmi pensati per “la creazione di cose”, 3D compreso.
Autodesk si pone come obiettivo quello di diventare partner dei suoi clienti, supportandoli nello sviluppo di nuove soluzioni in grado di ottimizzare la produzione e ridurre gli sprechi, grazie anche all’applicazione della tecnologia dell’automazione e stampa 3D. Si parla anche di Additive Manufacturing, la possibilità cioè di produrre pezzi a sé stanti senza l’obbligo di strutture o di assemblaggi successivi, migliorando quindi la performance del pezzo stesso oltre che la riduzione di sprechi.
Autodesk, infine, come si legge nella sua vision aziendale, è un brand in cui l’importanza dell’ambiente in cui è ospitata è messa al primo posto, non solo per una visione green di impatto della struttura aziendale, ma anche per il supporto dato al e dal proprio personale in caso di catastrofi o disastri ambientali.

Intuitive Surgical, ultima ma non per importanza, è l’azienda leader nel settore della robotica chirurgica, per tutte quelle soluzioni, cioè, che combinano braccio robotico e software per il miglioramento degli interventi chirurgici, in precisione ed invadenza dell’intervento.
Fondata nel 1995 ed in continua espansione, è l’azienda che ha dato vita al celebre Da Vinci Robot, il più evoluto sistema di chirurgia mini invasiva con particolare applicazione a ginecologia e urologia, e che conta circa 5000 esemplari al mondo oltre che il suo Founder tra i 14 CEO più influenti d’America.

Il Da Vinci è l’esempio più riconoscibile dell’azienda in quanto, composto da un braccio meccanico in sala operatoria e una consolle esterna che permette di controllare a distanza il corpo centrale, dimostra come sia possibile, attraverso tecnologia e software, rendere il chirurgo più efficiente avendo a disposizione una strumentazione all’avanguardia, ma in cui il genio umano rimane fondamentale.

Unica pecca? Tutti i loro CEO sono stati eletti tra i più influenti d’America, secondo Forbes, peccato che siano tutti uomini. Ma questa è un’altra storia.

Fonte: Ninja Marketing

Un'intelligenza artificiale correggera' in autonomia le voci di Wikipedia
Oltre la morte: il caso della bambina ricreata in VR solleva nuovi dubbi verso l’onnipotenza del digitale
× WhatsApp Available from 09:00 to 23:00