SEO e Indicizzazione

VOLETE ESSERE IN CIMA? FARVI TROVARE? TROVARE NUOVI MERCATI E CLIENTI? NOI SIAMO GLI SPECIALISTI E POSSIAMO FARVI VOLARE IN ALTOSEO: ESSERE O NON ESSERE? SE NON CI SEI, NON CI SARAI MAI.

Ecco la SEO che dovete conoscere per competere in visibilità: Evoluzione SEO 2018. Da anni ricerchiamo strumenti e soluzioni per migliorare il posizionamento del proprio sito sui motori di ricerca.

L’ottimizzazione di un sito per i motori di ricerca (SEO) è una partita a scacchi che vuole centrare un importante obiettivo: rimanere davanti  agli avversari.

Non è una partita facile ed ovviamente non tutti possono vincerla, ma l’unico modo per gareggiare al meglio è la conoscenza delle procedure con cui i motori di ricerca evolvono e regolare contenuti e strategie di web e social prima che i competitors abbiano la possibilità di fare altrettanto.

L’EVOLUZIONE INTELLIGENTE DELL’INDICIZZAZIONE, AVANTI I CONTENUTI INTERESSANTI, TUTTO IL RESTO È NOIA.

La SEO si sta evolvendo, eravamo a conoscenza delle evoluzioni della search engine optimization ed oggi siamo pronti a scoprire quali sono state le evoluzioni ed a iniziare la partita.

LogiKa SolutionS srl ha dedicato e dedica molte risorse allo studio dell’evoluzione degli algoritmi SEO ed all’indicizzazione. I nostri esperti sono costantemente aggiornati sulle ultime tecniche per posizionare il vostro sito web. Abbiamo pacchetti e servizi studiati e personalizzabili sul target da raggiungere ed il budget a disposizione.

Compilate il modulo indicando il vostro sito web per una analisi preliminare gratuita del Vostro business e del Vostro posizionamento.

Il gigante incontrastato Google sta sviluppando un sistema di machine learning basato sull’intelligenza artificiale in grado di interpretare al meglio la richiesta dell’utente.

RankBrain, l’innovativo algoritmo di Google, è in grado di affinare i risultati della ricerca,  sostituendo le parole che formano la query con quelle più adatte, in base al concetto e al contesto, cercando quindi di interpretare in maniera intelligente la volontà dell’utente.

Ne deriva che il mondo del content marketing presto subirà l’ennesima evoluzione favorendo l’utente che tramite Google otterrà risposte e non più una lista di informazioni.

Things, not strings, il grafico della conoscenza è la nuova frontiera di Google.

Fino a qualche tempo fa era la keyword density a dominare le ricerche sui motori. L’evoluzione SEO 2018 ci dice che oggi la parola d’ordine è qualità. Sono i contenuti di qualità a farla da padrone.

Innanzitutto, è importante creare pagine basate su termini unici e keyword correlate scelte in base ai volumi di ricerca. Quest’attività anti-cannibalizzazione dovrà essere supportata da contenuti mirati, rispondendo immediatamente al bisogno espresso dalla query.

Contenuti utili, ma soprattutto interessanti per chi legge. Google premia ormai da tempo i contenuti, privilegiando articoli lunghi ed esaustivi, in grado di fornire informazioni approfondite e argomentate (ma senza perdere di vista la richiesta dell’utente).

Tutti conoscono le potenzialità dei rich snippet, quelle informazioni maggiormente in evidenza tra i risultati di Google, corredate da immagini e video, comunemente utilizzate per fornire dettagli sui contenuti testuali, prezzi o recensioni.

L’utente del 2017 però è sempre più impaziente e desidera trovare immediatamente risposte alle proprie domande. Nascono così i featured snippet, vere e proprie anteprime del risultato messe in massima evidenza da Google.

Quali devono essere le caratteristiche di un buon featured snippet? Innanzitutto il contenuto, semplice e mirato, in grado di fornire una risposta sintetica e precisa alla domanda posta dell’utente.

Il motore di ricerca assegna un valore ad ogni sito online in base alla sua autorevolezza e alla qualità dei contenuti. Più alto sarà questo valore, maggiore sarà il numero di pagine considerate meritevoli e, dunque, scansionate da Google.

Ma come aumentare il crawl budget del proprio sito?

Grazie a:

  • Contenuti di qualità.
  • Aggiornamenti costanti delle pagine più importanti del proprio sito.
  • Ottimizzazione delle performance di caricamento delle pagine.
  • Strategie di link building.

Il 20% delle ricerche su Google oggi sono vocali, soprattutto quando vengono effettuate da mobile. Ciò significa che l’utente “parla con Google”, rivolgendosi ad esso come ad una persona.

Una strategia SEO efficace nel 2017 passerà quindi attraverso lo studio del linguaggio comune, diventando sempre meno “algoritmica” e più “umana”.

La velocità è tra i Evoluzione SEO 2018 di maggiore rilevanza.

La presenza di Accelerate Mobile Pages (AMPs), ovvero pagine a caricamento pressoché immediato, rappresenta un requisito fondamentale in termini di posizionamento.

Il motivo è semplice: Google premia le pagine che migliorano l’esperienza dell’utente sul sito, facilitandone la fruizione.

Anche il tuo sito necessita di interventi di “manutenzione periodica”. La SEO corre veloce, pertanto l’aggiornamento dei contenuti e l’allineamento delle URL risulta fondamentale per non restare indietro.

In tal senso, le tendenze SEO 2017 ci invitano a prestare maggiore attenzione alle attività di migrazione e redirect: la credibilità di un sito è infatti veicolata dalle “referenze” (link) presenti su altri portali.

Una volta completato il restyling del tuo sito comunica tempestivamente a Google tutti i cambiamenti di URL, evitando la perdita di trust acquisito nel tempo.

L’aumento esponenziale delle ricerche da mobile ha portato ad una sempre maggiore attenzione per la geolocalizzazione della ricerca.

Per “farsi trovare” è quindi importante puntare sul Local SEO attraverso lo sviluppo di keyword geolocalizzate (uffici postali siena, sede poste italiane siena, etc…) e la presenza sulle mappe (ufficio postale più vicino), agevolando l’indicizzazione per ricerche da dispositivi con rilevamento della posizione attivo.

Le novità SEO 2017 si legano strettamente al mondo dei Social Network.

Da Facebook a Twitter, da Instagram a Google Plus, “essere social” oggi è fondamentale per una web presence efficace. Nonostante ancora oggi fonti ufficiali di Google tendano a minimizzare l’effetto dei sociali media sulle dinamiche di posizionamento, certo è che avere un profilo social significhi ottenere maggiore visibilità e generare traffico profilato.

In particolare, Google Plus può essere utilizzato in ottica di ottimizzazione del posizionamento. Inoltre, le attività sui social risultano fondamentali in termini di link buinding spontaneo da parte degli utenti.

Non tutti sanno che in rete le immagini sono dei veri e propri contenuti. I Evoluzione SEO 2018 puntano a conferire sempre maggiore rilevanza alle immagini, sfruttando alcune best practices ben conosciute dai SEO specialist: dagli alt ai tag title, dalle didascalie ai link.

Privacy Preference Center

Tecnici

Per rilevare esclusivamente informazioni utili alla navigazione.

Cookies di navigazione di Wordpress, usati esclusivamente per rilevare informazioni utili alla navigazione.

Terze Parti

Cookie per dati di statistica e marketing ma che non rilevano alcun dato identificativo, indirizzo IP anonimizzato, nessun servizio API utilizzato.

Cookie per dati di statistica e marketing ma che non rilevano alcun dato identificativo, indirizzo IP anonimizzato, nessun servizio API utilizzato.

Translate »